Tim Cook e le origini dell’iPhone: “E’ in un dipinto del 1670…”

Durante lo Start Up Fest Europe, che si sta tenendo ad Amsterdam, è intervenuto Tim Cook, Ceo di Apple. Intervistato da Neelie Kroes, è stato poi protagonista di un simpatico siparietto: quando gli è stato chiesto delle origini dell’iPhone, Cook ha spiazzato la platea rivelando un particolare davvero curioso. Leggi tutto “Tim Cook e le origini dell’iPhone: “E’ in un dipinto del 1670…””

Tim multata di 600mila euro per call center troppo contorto

agcom tim

E’ una sanzione che non mancherà di far discutere quella di Agcom inflitta a Tim: l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha infatti multato Tim per 360mila euro dopo la denuncia di un utente impossibilitato a parlare con un operatore per denunciare il furto di una Sim Card. Il cliente in questione ha spiegato di non poter essere in grado di arrivare all’opzione desiderata chiamando al call-center Tim. Leggi tutto “Tim multata di 600mila euro per call center troppo contorto”

Google Home, ecco la domotica a basso costo

home google

La domotica è la nuova frontiera delle grandi multinazionali nel campo della tecnologia e di internet. La dimostrazione è arrivata oggi da Google che, nella giornata inaugurale di I/O (l’incontro dedicato agli sviluppatori), ha presentato Home. E’ un servizio a suo modo rivoluzionario, ma che non presenta funzioni particolarmente diversi dagli strumenti per la domotica già presenti sul mercato. Leggi tutto “Google Home, ecco la domotica a basso costo”

Colpo Apple, un miliardo di dollari per l’equivalente cinese di Uber

apple cina didi chuxing

Nonostante il periodo, almeno dal punto di vista economico, non sia dei migliori, Apple ha chiuso un’importante acquisizione in Cina: Cupertino ha annunciato di aver comprato, per un miliardo di dollari, Didi Chuxing, l’equivalente cinese di Uber. Sono società che offrono servizi di taxi privati: tutti possono divenire conducenti di Uber o Didi Chuxing, a patto di soddisfare alcuni requisiti (più di dieci punti sulla patente, fedina penale pulita, auto non più vecchia di otto anni ecc..). Leggi tutto “Colpo Apple, un miliardo di dollari per l’equivalente cinese di Uber”

I Radiohead pubblicano il loro nuovo album sui servizi di streaming musicale

radiohead

E’ un passo indietro deciso quello di Thom Yorke e dei suoi Radiohead che, dopo cinque anni di silenzio, hanno pubblicato il loro nono album in studio “A Moon Shaped Pool” e lo hanno reso disponibile già da oggi su diverse piattaforme di servizi musicali. La notizia sorprende perché lo stesso Yorke, in passato, aveva attaccato duramente queste nuove piattaforme, in particolare Spotify. Leggi tutto “I Radiohead pubblicano il loro nuovo album sui servizi di streaming musicale”

Facebook-Cina, prove di disgelo: Zuckerberg vince una causa a Pechino

facebook bevande

E’ una sentenza inaspettata quella che oggi ha festeggiato Facebook: il colosso di Mark Zuckerberg aveva citato in giudizio, qualche settimana fa, un’azienda cinese situata nel sud del paese nella provincia del Guandong – la Zhongshan Pearl River Drinks Factory – che produceva bevande col marchio Face Book. Nonostante il rapporto tra Palo Alto e il governo di Pechino non sia dei più idilliaci (il social più famoso al mondo in Cina è bloccato dalle autorità locali), il giudice ha dichiarato che tale bevanda infrange i diritti di esclusività del marchio, nonostante siano due settori commerciali separati. Leggi tutto “Facebook-Cina, prove di disgelo: Zuckerberg vince una causa a Pechino”

A 10 anni “hackera” Instagram e guadagna 10mila dollari!

instagram

E’ incredibile la storia di Jari, un bimbo finlandese di 10 anni, capace di sfruttare una falla nella sicurezza di Instagram per poter cancellare i commenti. Il giovane “hacker” ha segnalato il bug e ha ricevuto un compenso di 10mila dollari (9mila euro) dalla compagnia madre, Facebook. La compagnia di Zuckerberg non è l’unica a premiare chi scopre e segnala falle di sicurezza: Google e Microsoft sono ugualmente generosi con i cacciatori di bug. Leggi tutto “A 10 anni “hackera” Instagram e guadagna 10mila dollari!”

Apple perde l’esclusiva del nome “iPhone” in Cina

smartphone cina

Sentenza clamorosa quella della Corte municipale di Pechino che ha di fatto tolto ad Apple l’esclusiva del marchio “iPhone” in Cina. Più nello specifico, Cupertino può avvalersi del suo diritto al nome solo in caso di prodotti elettronici, visto che un’altra azienda, che opera nel campo della pelletteria, registrò lo stesso marchio nel 2007. Leggi tutto “Apple perde l’esclusiva del nome “iPhone” in Cina”