Nonostante il periodo, almeno dal punto di vista economico, non sia dei migliori, Apple ha chiuso un’importante acquisizione in Cina: Cupertino ha annunciato di aver comprato, per un miliardo di dollari, Didi Chuxing, l’equivalente cinese di Uber. Sono società che offrono servizi di taxi privati: tutti possono divenire conducenti di Uber o Didi Chuxing, a patto di soddisfare alcuni requisiti (più di dieci punti sulla patente, fedina penale pulita, auto non più vecchia di otto anni ecc..).

La società cinese vanta l’87% delle corse private in Cina, praticamente un monopolio. Ed è per questo che Tim Cook ha specificato che l’investimento ha un duplice obiettivo: “Ci servirà per avere un’idea più chiara di alcuni segmenti di mercato in Cina; e, ovviamente, ci aspettiamo che la somma investita dia benefici economici a medio termine”.