E’ una sentenza inaspettata quella che oggi ha festeggiato Facebook: il colosso di Mark Zuckerberg aveva citato in giudizio, qualche settimana fa, un’azienda cinese situata nel sud del paese nella provincia del Guandong – la Zhongshan Pearl River Drinks Factory – che produceva bevande col marchio Face Book. Nonostante il rapporto tra Palo Alto e il governo di Pechino non sia dei più idilliaci (il social più famoso al mondo in Cina è bloccato dalle autorità locali), il giudice ha dichiarato che tale bevanda infrange i diritti di esclusività del marchio, nonostante siano due settori commerciali separati.

L’episodio, curiosamente, segue quello della scorsa settimana che invece vide coinvolta Apple: Cupertino perse la sua causa contro un’azienda che opera nel campo della pelletteria e che aveva creato una cover chiamata “IPHONE“. Davvero bizzarra la non uniformità di giudizio.