Bisognava prevedere questo momento. Dopo Apple con Siri e Microsoft con Cortana, anche Facebook decide di lanciare sul “campo di battaglia” un assistente virtuale capace di cogliere la sfida. Il Re dei Social ha infatti da poco annunciato (sul proprio canale, ovvio) attraverso il manager David Marcus, che sta sperimentando M, il suo assistente virtuale presente nella chat Messenger.

Grazie a M, gli utenti di Facebook potranno ottenere informazioni in qualsiasi momento, prenotare e acquistare. Il social blu però non si limita a questo. Ad assistere l’utente ci sarà anche un team di persone reali.

Subito però, se vogliamo fare davvero un “Facebook Vs Apple”, notiamo una cosa che non eleverà troppo il social network. A differenza di Siri, “M” non parla. Si limita a rispondere come si fosse in chat.

Alcuni utenti però hanno provato “M” in fase di test e, secondo quanto riportato da Davis Marcus via Facebook, l’assistente virtuale può svolgere diversi compiti al posto degli utenti. M potrà comprare oggetti, prenotare ai ristoranti e organizzare anche gli appuntamenti. Un vero e proprio assistente in piena regola.

L’azienda conta, nel giro di poco tempo, di impiegare un migliaio di persone che lavoreranno in una sorta di call center per i propri utenti. Come pagheranno tutto questo? Semplicemente mettendo delle commissioni sui vari acquisti.