Arriva un altro allarme sicurezza sul web: stavolta è Linkedin, la popolare piattaforma social dedicata al mondo del lavoro, a finire nell’occhio del ciclone. La stessa azienda ha pubblicato oggi un post sul blog ufficiale, piuttosto preoccupante: “Nel 2012 subimmo un attacco e il nostro sistema fu violato. Le password di molti iscritti vennero rubate e noi rispondemmo immediatamente col reset obbligatorio, al quale sono seguiti poi diversi inviti a cambiare ulteriormente la password“.

Secondo fonti interne a Linkedin, potrebbero essere stati circa 100 milioni gli account violati, un numero enorme. Dopo che sono sorti diversi elementi negli ultimi giorni, l’azienda ha ripreso nella campagna di “cambio password” ricordando a tutti che – a prescindere dall’accaduto – è sempre buona norma cambiare regolarmente i propri dati d’accesso.