Microsoft ha deciso di rilasciare gratuitamente Windows 10 a molti suoi utenti. Sembrerebbe che questo sistema operativo abbia ottenuto subito un grande successo con i suoi quattordici milioni di download effettuati nelle prime ventiquattro ore dal rilascio.

Sembra che Windows 10 sia un vero problema per la sicurezza dei dati personali degli utenti. Secondo alcuni commentatori, infatti, il sistema operativo si serve della connessione WiFi per prelevare i dati dell’utente per usarle nelle inserzioni incorporate nel sistema operativo. Alla registrazione del sistema operativo, Microsoft assegna ad un utente il proprio ID univoco col quale lo stesso userà i vari servizi proposti da Microsoft alla clientela. Sembra inoltre che siano state eliminate alcuni importanti strumenti per la sicurezza.

Il colosso informatico di Redmond sarà in grado, in questo modo, di personalizzare i messaggi pubblicitari non solo durante la navigazione sul web ma anche quando si usano le applicazioni scaricate per Windows 10.